Non entrate in questo dojo #1

[Junk] Food & Videogames
(di xMysticalTangox)

Diciamoci la verità, cibo spazzatura e Ninjitsu non vanno troppo d’accordo.
Ma nel mio Dojo comando io e si fa come dico io.

Uno dei motivi che ci spingevano a riunirci nelle nostre camerette (ora, ahinoi, nei nostri salotti) era il cibo. Mentre giochiamo non c’è un cazzo di meglio che imbrattare di unto e/o appiccicaticcio il nostro controller.
Patatine, pizzette, bibite, panini e chi più ne ha più ne metta.
Certo, intorno ai 10/12 anni potevamo aspirare al massimo al tè coi biscotti che le nostre madri ci preparavano amorevolmente, ma è dopo il superamento dei 14, che inizia il cammino verso l’obesità, l’acne e il tesseramento al club dei “Figamai”.

Sono sempre stato un cultore del Junk Food, ma in Italia la scelta è troppo limitata per poter diventare obesi come si deve.
Quindi, solo per voi, sono emigrato negli Stati Uniti per potermi dedicare anima e corpo alla nobile arte del mangiar male.

Andrò qua sotto ad elencarvi solo alcune delle cose nelle quali mi sono imbattuto ultimamente e vi garantisco che mi farà del male psicologico non indifferente, visto che sono 2 settimane che non tocco bibite e mi sono messo a dieta, più o meno.
Ah, non includerò prodotti di origine animale nell’elenco dei cibi che andrò a mostrarvi.
Il ninjitzu, oltre al rispetto del proprio corpo e mente, implica anche un certo rispetto nei confronti delle vite altrui, che vanno annientate senza pietà solo in caso ci rompano i coglioni pesantemente.

Partiamo.

IL BURRITO

IMG_20151114_190211.jpg

Difficile non imbattersi in questo piatto divino se si girovaga per gli Stati Uniti, soprattutto in California, dove, udite e udite, è stato inventato.
Già, non è un tipico piatto Messicano, contrariamente a quello che si  è soliti pensare, ma una rivisitazione a Stelle e Strisce.
Certo non è facile da mangiare mentre si gioca, ma sticazzi. Tanto lo so che i vostri controller hanno già 2 millimetri spessore di schifezze attorno.

Passiamo a qualcosa di più facile.

CHIPS

IMG_20151116_075631.jpg

Certo sembrano semplici patatine (ora tra l’altro credo che la marca sia arrivata anche in italia) ma sono tipo 500 volte più assuefacenti e buone delle San Carlo. ‘Merica.

TORTILLA CHIPS

IMG_20151116_075831.jpg

Sì, ok, anche queste ci sono in Italia, ma oltre a sbagliare a chiamarle Nachos, sbagliamo anche il modo di mangiarle.
Le mangiavo nude e crude anche io, ma in verità è con le salsine in cui vanno intinte che danno il loro meglio. Si chiaro, qua in U.S.A. ce ne sono a centinaia di salse diverse, qua ne metto giusto un paio.

SALSA FRESCA (o Pico de Gallo)

IMG_20151116_075846.jpg

non e’ altro che pomodoro tagliato a tocchetti, cilantro, cipolla, peperoncini jalapenos e succo di lime. Na bomba de cristo.

 

HUMMUS PICCANTE E AVOCADO:

IMG_20151116_075905.jpg

che è Hummus appunto, con aggiunta di avocado.

Ecco, le tortilla chips vanno OBBLIGATORIAMENTE intinte in qualcosa del genere, senno fanno troppo bene.

NACHOS

IMG_20151123_125747.jpg
Piatto di tortilla chips con sopra la qualunque.
In questo caso: fagioli, erba cipollina, formaggio vegan, sour cream e tofu.
Abbastanza fattibile anche a casa, basta solo un po di voglia e di perizia nel mangiarle. Va bene che siamo delle bestie, vanno bene i controller unti, ma vogliamo che ci durino qualche decina d’anni no?

Con quale bevanda accompagnare tutto ciò però?
Non vogliatemene se non vi elencherò diversi tipi di birre e alcolici in generale però, perché come dovreste già sapere, un ninja deve rimanere concentrato in ogni occasione e non può permettersi di farsi distrarre e indebolire dagli effetti dell’alcol.

 

ROOT BEER

IMG_20151115_150735.jpg

 

IMG_20151116_075502.jpg

Non fatevi ingannare dal nome, non è una birra. È una bibita megadolce, ottenuta dalla radice di Sassafrasso, che non ho ancora idea di cosa sia sinceramente. So solo che è la cosa più buona che abbia mai sentito.

In alternativa ad una banalissima cocacola troviamo anche la

Dr. PEPPER

IMG_20151116_075517.jpg

 

Per i (spero) pochi che non sapessero di cosa si tratta, in pratica sa di Amaretto di Saronno, ma gasato e non alcolico.

(Schifezza Bonus: Liquerizie alla Dr. Pepper)

Questo è bene o male quello di cui io, l’unico Ninja con la panza del globo terraqueo, mi cibo durante le mie lunghe sessioni di videogaming.
Io però sono ben allenato. Seguite le mie gesta a vostro rischio e pericolo.
Non usate questo tipo di alimentazione per delle “Speed Run”. Sareste troppo distratti del cibo per concentrarvi appieno al gioco. Suggerisco di unire le due cose quando avrete voglia di vere e proprie full immersion. Quando, per esempio, avrete voglia di trovare tutte le “Energy Tanks” in “Super Metroid”.

Direi che come prima volta, possiamo fermarci qua.
Conto di ampliare e diversificare la rubrica il più possibile, quindi, state connessi.

Sempre vostro,

xMysticalTangox

 

tango

2 pensieri su “Non entrate in questo dojo #1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...