HAUNTED HOUSE

Ma i Ramones erano punk anche prima che arrivassero i Sex Pistols?

Son domande importanti, cazzo ridete! O almeno, se cresci con capelli che cambiano colore ogni tot mesi e quell’atteggiamento da bimbominkia che “Fuck Da Police” e tutto il resto, poi magari finisci pure a fare l’agente del F.B.I. da grande ma intanto sai quanto hai rotto le palle ai tuoi amici?

Hauntedhouse_atari
Copertine belle bellissime.

Definizioni; serve un po’ a tutti dare una categoria alle cose ed ecco che ci sforziamo di definire la gente per la propria sessualità, etnia e quant’altro, perché evidentemente la cosa ci tranquillizza.

Ora vi sparo io una definizione che calza a pennello ed ho preso direttamente da wikipedia:

Survival Horror = Il termine inglese survival horror (letteralmente “horror di sopravvivenza”) definisce una categoria di videogiochi basati sullasopravvivenza del personaggio giocato in un’atmosfera di paura e suspense. Definisce quindi il tema del gioco, e non le meccaniche del gioco, che rientrano solitamente nei generi dell’avventura grafica e dell’azione.Il personaggio controllato è solitamente armato, ma ha disposizione risorse limitate, ad esempio deve trovare delle armi di fortuna durante l’avventura. Il suo scopo nel gioco può essere il trovare una via d’uscita e tornare in un luogo e in una situazione normale, oppure scoprire il motivo per cui si trova in quella particolare situazione e porre rimedio. I nemici del giocatore solitamente risultano essere zombi, fantasmi, mostri o esseri umani mutati o impazziti, e nella maggior parte dei casi lungo la trama viene scoperta la causa di tale mutazione o presenza paranormale. L’ambientazione di questi giochi solitamente è costituita da spazi chiusi e claustrofobici, oppure luoghi aperti ma particolarmente bui o nebbiosi o ancora spazi ampi e chiusi, ma aventi elementi macabri e scarsa illuminazione.

Secondo wikipedia quindi, Haunted House (Atari 2600, anno di uscita 1982), è un survival horror, quindi se non vi sta bene prendetevela con loro.

SIGLA!

Trama:

Ce ne è una! All’epoca dell’Atari 2600 (o VCS che dir si voglia) ogni gioco era dotato di copertina fighissima, manuale di gioco ed un interessante trama per far volare la fantasia del videogiocatore che altrimenti vedendo quei megapixel su schermo faticava un po’ a calarsi nel personaggio.

Oddio, interessante, facciamo funzionale va’. Voi siete un avventuroso individuo che decide di entrare nella Haunted House, la classica casa costruita in stile vittoriano sul cucuzzolo di una collina, al fine di recuperare l’antico vaso (Urna).

antico vaso
Qui il Governatore racconta a Rick di come ha perso un occhio giocando ad Haunted House.

Eppure non andrete del tutto sprovveduti. Con voi ci saranno tutte le dicerie raccolte nei pressi della magione. Informazioni del tipo: la casa ha ventiquattro stanze divise su quattro piani, alcune porte saranno chiuse a chiave ed ovviamente è infestata! Pipistrelli, tarantole e soprattutto il fantasma del vecchio proprietario scorrazzano al suo interno con il preciso scopo di pestarvi a sangue, facendovi perdere preziose vite, se vi capitassero a tiro. Però voi siete dei ganzi e vi armate di fiammiferi…già!

hh1
Qui scateno la potenza dei miei fiammiferi per scovare il secondo pezzo d’urna.

Gameplay:

Il gioco è semplicissimo da manovrare ma richiede un po di attenzione. Con il classico joystick muoverete il vostro protagonista, di cui per tutto il tempo vedremo solo gli occhi, all’interno della magione, di stanza in stanza, passando porte e scale fino a perlustrare tutta la casa e trovare i tre pezzi dell’urna che dovremo andare a ricomporre prima di uscire dal maniero. Con il tasto azione poi potrete fare due cose: lasciare a terra un oggetto appena raccolto o accendere un fiammifero. I fiammiferi sono fondamentali perché illuminano una piccola area intorno a voi e vi permettono di vedere le pareti e gli oggetti presenti nella stanza. Ne avete in numero infinito ma è da ganzi finire il gioco con meno consumo possibile, di fatto assieme alle vite perse si tratta del modo migliore per fare a gara con gli amici su quanto ce l’avete lungo.

Gli oggetti che potrete raccogliere infine sono di tre tipi:

-Uno dei tre pezzi dell’urna: che si andranno a sommare tra di loro man mano che la ricomporrete.

-Lo scettro: utilissimo all’inizio poiché impedisce ai mostrazzi di ferirvi.

-La chiave: necessaria per aprire le porte chiuse all’interno del maniero.

L’opzione di lasciare a terra un oggetto viene buona specialmente per quanto riguarda la strategia con cui ritrovare i pezzi dal momento che ogni volta che raccoglierete un nuovo Item, il vecchio rimarrà a terra in quell’esatto punto ma, soprattutto per quanto riguarda i pezzi dell’urna, potrebbe farvi comodo scaricarli precedentemente in un punto strategico che riuscirete poi a raggiungere anche senza l’uso della chiave. Già perché senza chiave non aprite le porte ed una volta aperte non rimarranno tali quindi ogni volta che ripercorrerete lo stesso percorso vi servirà esserne equipaggiati, con conseguente impossibilità di portarvi con voi il vaso. Pare un casino ma è un semplice gioco di memoria e fuga dai mostri che vi inseguiranno, credetemi: a memory ho sempre fatto schifo!

fiammiferi
Armi di distruzione di massa.

Grafica e sonoro

Le immagini parlano da sé. La grafica è ai minimi storici pure per un gioco dell’Atari ma io l’ho trovata assolutamente efficace nel suo minimalismo. Per la maggior parte del tempo tutto ciò che vedrete saranno gli occhi del vostro alterego vagare per uno schermo nero, tranne nei casi in cui abbiate acceso un fiammifero ed allora vedrete i bordi della stanza, ma solo in quel caso. Il sonoro va ancora meglio: non c’è. Nessuna musica, solo effetti sonori legati ai mostri o alle azioni del protagonista. Quando tutto era lasciato all’immaginazione.

manual-for-atari-2600-game-cartridge-haunted-house
Ma con manualetti così belli, a chi serve una scheda grafica accelerata?

Longevità:

Per la categoria “forse non tutti sanno che” va detto che magari alcuni di coloro che ci leggono manco l’han mai visto un Atari 2600. Ecco allora che vi do un info che ai giocatori moderni potrebbe far davvero strano. Avete presente la copertina del gioco postata sopra? Quel 9 Videogames non significa che la cartuccia contiene nove giochi ma bensì sempre lo stesso però con 9 livelli di difficoltà. Lo scopo è sempre lo stesso ma mentre a livello uno non vi servirà la chiave (tutte le porte sono aperte) ed i piani della magione sono ben visibili, già dal secondo livello i fiammiferi verranno consumati con una certa foga. Ai livelli più avanzati poi i mostri sono una marea e vi fanno gli scherzoni di spostare gli oggetti che avete raccolto. Un delirio insomma. Di per se la prima volta lo finirete in una manciata di minuti, presupponendo che partirete dal livello più infimo, ma concluderlo al massimo livello beh…è un’altra sfida.

c_HauntedHouse_Picture_front
Vi giuro che il gioco è uscito nel 1982, non come sta scritto qui…c’ero, l’ho visto!

Reperibilità/Come cacchio ci gioco?

La cartuccia originale ha dei prezzi abbastanza onesti se in formato loose (solo cartuccia). Diciamo che andrete a spendere meno di 10€. Per il gioco completo di custodia e manuale diciamo che il prezzo va raddoppiato. Ma ora parliamoci chiaro ed anche in modo del tutto legale: ci sono più collection Atari che deficienti al Cocoricò. Non me ne abbiano i pasticcomani, ma io gioco ai classici Atari comodamente col mio controller bluetooth configurato con l’emulatore (scaricabile da Applestore) dell’ipad. E’ solo un modo, ce ne sono decine di altri e tutti perfettamente legali oltre che parecchio economici.

atarihauntedhouse6
Il protagonista scatena l’inferno!

Concludendo:

Non è tra i giochi più blasonati ed apprezzati per la prima console degna di nota di sempre eppure è uno dei miei giochi preferiti quindi ho scelto di cominciare da qui. Non vi farà paura, siamo seri, eppure dubito che vi annoierà dato che quel poco che verrete chiamati a svolgere richiederà comunque una certa attenzione. E poi resta meglio di American horror story, poco ma sicuro!

995217_10151906512057347_260158844_n
Il livello 10 del gioco consiste nel finirlo dopo aver fatto serata col Bionic Cummenda.

Citazione:

L’antico vaso andava salvato!

(Il governatore sbronzo di Montenegro appena uscito dal Cocoricò)

starfox

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...