Advanced Dungeons & Dragons: Slayer

QUESTO E’ IL GIOCO SU AD&D CHE AVETE SEMPRE CERCATO MA DI CUI IGNORAVATE L’ESISTENZA. (di Starfox Mulder)

3do_slayer

Bene, amici della scheda sporca di aranciata amara e delle sessioni lunghe 12 ore con la scatola rossa, questo articolo si impegnerà in tutto e per tutto nell’intento di convincervi a giocare a questo epocale gioco per console datato 1995. Prima di iniziare però vi informo che tale bomba ha un solo difetto: fu un esclusiva 3DO.

13606884_1628349154149883_4057606231180675568_n
Questo sono io che me la tiro tantissimo!

Come dite? Non sapete manco di cosa sto parlando? Evidentemente siete nuovi del retrogaming ma questo fantastica console diede la luce ad un piccolo pugno di capolavori durante il suo breve periodo di vita a metà dei 90es. Prendendo però per scontato che il 95% di voi non possieda tale console, sono piuttosto convinto che ne esistano validi emulatori. Io dal canto mio me lo son fatto regalare per il mio compleanno (che è oggi, grazie degli auguri che pioveranno a profusione) e son felice come un bambino con un barattolo di nutella. SIGLA!

Ammazza mi fanno cagare i Rhapsody…però questa la dovevo ad un amico.

Trama

Gloria, ricchezza, oggetti magici e punti esperienza. A tredici anni non ce ne fregava nulla della trama, era un pretesto per pompare il nostro personaggio. Che fosse una principessa da salvare, un malvagio signore della guerra da uccidere o un antico maniero da disinfestare, ciò che contava era partire motivati ed esplorare a più non posso. Gli sviluppatori di Slayer lo sapevano e la trama non ce la misero. Non sto scherzando, la trama non c’è. La scelta in realtà vi risulterà chiara non appena arriverò ad analizzare gameplay e Longevità ma fu al contempo una scelta decisa intorno al tavolo dell’esperienza ludica che si voleva ricreare. Questo è il Dungeons & Dragons con cui avete iniziato a giocare di ruolo, non quello con cui vi atteggiavate a geni della narrazione dai venti anni in su. Tornate bambini!

maxresdefault
La mappa dice che o mi brucio i malleoli camminando sulla lava oppure faccio il giro largo da basso. Ehi, una porta, vediamo se…

Gameplay

Io non do voti ai singoli elementi del gioco ma qui si beccherebbe un 10. Ora spiego nel dettaglio. Prima di cominciare il gioco ci è dato scegliere un personaggio tra un rooster di alcuni già esistenti, ma sono certo che nessuno al mondo li abbia mai utilizzati dal momento che c’è la possibilità di crearsi il PG per conto proprio. Scegliamo la razza, la classe (o le classi, dato che è contemplato di giocare un biclasse), il sesso e tiriamo le caratteristiche. Qui già vi vedo alzare gli occhi al cielo pensando “già, ore a tirare e tirare finchè non viene il tizio con le caratteristiche che voglio io”…SBAGLIATO! Come detto sopra, e non lo ripeterò più altrimenti divento ridondante, gli sviluppatori sono amici nostri e lo sanno già ciò che vogliamo. Le caratteristiche le si tira ma poi ci è data totale libertà di modifica, sia in positivo che in negativo, senza alcun limite. Volete un PG con tutte le caratteristiche a 18? Nessun problema, significherà solo abbassare il livello di gioco, chissene. Io ho finito il gioco per la prima volta con un personaggio identico ad uno giocato da un mio amico nella campagna in cui faccio da Master (lunga vita a Druso, NDMe), con i suoi due 18 e con punteggi ben più bassi oltre che uno in negativo.

gfs_41180_2_2
Primo mostro (Goblin) ed il dubbio se dagli di spada corta o dardo incantato.

Una volta fatto il personaggio si inizia il gioco e da lì si entra in un mondo alla Doom. Visuale FPS quindi, nessuna possibilità di saltare ma contemplato il guardarsi intorno e camminare di lato (Strafe). Il pad del 3DO, oltre alla croce direzionale ed ai tasti R ed L, ha tre pulsanti principali da usare con la mano destra. A tali pulsanti sono affidati in ordine: uso mano destra, uso mano sinistra, aprire porte. Va da se che se stiamo usando un guerriero la sua mano destra sarà occupata da una delle tante armi disponibili in gioco mentre se usiamo un mago potremmo si lasciargli un arma nella destra, ma nella sinistra di certo ci starà il libro degli incantesimi, così come gli oggetti da scasso per un ladro o l’abilità di scacciare non morti per un chierico. Ogni tipo di arma, abilità o magia occupa una mano (alcune  entrambe) ed il suo utilizzo è rapidissimo, anche perchè il gioco si svolge in tempo reale, non a turni, con conseguente frenesia negli scontri con i mostri. Ultimi due tasti da citare sono il select e lo start (si chiamano diversamente qui ma serve a farvi capire). Con uno si mette in pausa effettivamente il gioco, permettendoci anche di: Riposare (se non ci sono mostri nel circondario), Salvare il gioco, Caricare una precedente partita, Consultare la mappa di gioco, Uscire. Con l’altro invece si accede all’inventario, luogo da cui raccogliere pozioni o cambiare equipaggiamento ma senza un effettiva pausa del gioco. Da ciò ne consegue che se state per morire ed aprite l’inventario per bervi una pozione, ci sono buone probabilità che moriate nel mentre se prima non vi siete allontanati dallo scontro.

gfs_41180_2_1
Sotto la barra dei punti ferita notare la barra del cibo. Perchè magnare conta!

Ma il gioco quindi è un semplice ammazza il mostro, apri la porta, trova la fine del livello? Boniiii. I tre elementi di qui sopra ci sono, ma aggiungeteci: oggetti magici da trovare, trappole da disinnescare, meccanismi da attivare ed ovviamente l’aumento di livello del nostro personaggio in base ai punti esperienza elargiti dai mostri. Di tutti questi elementi extra una nota singolare va fatta per quanto riguarda gli oggetti magici. Sono gli stessi che conoscete dal gioco cartaceo, dai guanti della forza alle armi +3 e via discorrendo, peccato che voi non lo sappiate. Se usate un personaggio in grado di lanciare l’incantesimo “Identificazione” allora nessun problema, ma in caso stiate utilizzando un semplice guerriero, preparatevi all’eventualità di finire il gioco senza sapere cosa state utilizzando. In realtà un modo per intuire cosa possedete c’è, ed è il classico: a tentativi! Vedo che quell’arma uccide prima gli avversari della precedente? Forse i miei tiri di dado sono stati fortunati, o forse è effettivamente migliore, quindi me la tengo. Vedo che la Classe Armatura del mio personaggio cala? Magari sta cotta di maglia è più magica dell’armatura di piastre che possedevo prima. E via così, notando che quell’anello che sembra aver provocato il parkinson al mio personaggio in realtà lo ha appena reso in grado di levitare. Detto tra noi: ma quanto è fica sta cosa?!

gfs_41180_1_6
La grafica non poteva competere con il periodo ma faceva il suo sporco lavoro.

Grafica e Sonoro

Qui si scende di qualità ma era inevitabile. La vera chicca di questo gioco non l’ho ancora calata, poi capirete come mai si scelse di risparmiare sul comparto grafico. Dico solo che, a parte un feedback iniziale un po’ da schiaffi in faccia, il tutto diventa rapidamente godibile ed apprezzabile…ma calarvi nell’epoca aiuta, credetemi. Sul fronte sonoro invece la cosa è ben più piacevole. Il 3DO usa supporti ottici e si sente. Le musiche sono sempre gradevoli e di buon accompagnamento, sebbene capaci velocemente di diventare ripetitive, ma quello è anche dovuto al fatto che ogni livello del dungeon potrebbe richiedere un certo tempo per essere adeguatamente esplorato, e fino al successivo non sentiremo nuove musiche a parte quella già in voga.

21
La personalizzazione incarnata.

Longevità

E qui calo l’asso! Io a tutt’ora non ci riesco a credere in quel che si sono inventati i ragazzi della Lion Entertainment. Prima di cominciare la partita, starà a noi decidere la maggior parte delle impostazioni inerenti l’esperienza di gioco che ci troveremo davanti da lì in poi. I parametri da settare sono i seguenti:

Livelli: Da 10 a 20, a nostra scelta, decidiamo quanto rendere lunga l’esplorazione al nostro personaggio prima di confrontarsi con il Boss Finale.

Numero di mostri: Da “pochi” a (letteralmente) “Troppi”. Se all’inizio finirlo con un numero moderato di mostri nel dungeon sarà consigliabile, ad una seconda partita fatta con lo stesso personaggio (il gioco prevede di salvare il PG a fine gioco e renderlo recuperabile dal rooster generico mantenendo punti esperienza ed inventario) ci piacerà rendergli la vita più interessante.

Tesori e ricompense: Da rarissimi a “come se piovesse”, sempre nell’ottica del farci arricchire prima o dopo.

Forza del veleno: Volete far sì che una semplice trappola avvelenata vi uccida? Non c’è problema, così come se voleste che tutti i veleni in gioco siano dei semplici fastidi dalla durata di un paio di round.

Cibo a disposizione: Come i tesori, con la differenza che morire di fame è un filo più stressante che girare senza oggetti magici.

x Tipo di mostri: il gioco prevede circa 37 differenti mostri presi direttamente dal manuale di AD&D, dal Goblin al Dragolich, passando per Mindflayer e Cubi gelatinosi. Vi piace la casualità o vi va di affrontare solo non morti? Potete scegliere, così come escludere tutto ciò che non è elementale o altro ancora.

Frequenza delle trappole: Da “nessuna” a “tantissime”, regolabile in base a se state giocando o meno un ladro e quanto vi volete male.

Pozioni: Vedasi Tesori e Ricompense.

DSCF29971.jpg
Le origini del mito che ritardò la perdità della verginità ai più.

Oltre a tutte queste caratteristiche del dungeon, restano due varianti: la difficoltà (facile/media/difficile) e il nome del Dungeon. Su quest’ultimo punto scatta il genio assoluto. Slayer non presenta livelli infiniti generabili casualmente, bensì seguono un algoritmo, che però imposterete voi a seconda del nome che darete al Dungeon. A vostra disposizione ci sono trentuno caratteri (contando la punteggiatura e lo spazio vuoto) e la possibilità di utilizzarne fino a nove. Risultato:i dungeons disponibili sono trentuno moltiplicato per se stesso nove volte. Volete sapere quanto fa? 26439622160671, non uno di più non uno di meno. Se chiamerete il vostro Dungeon MAMT e vi parrà di aver giocato al miglior dungeon di sempre, potete suggerire questo nome ad un vostro amico e lui, se non prenderà male la cosa sacagnandovi di botte, una volta generato un dungeon con lo stesso nome giocare lo stesso sotterraneo che avete appena terminato; provare per credere. Riassumendo: quanto pensate possa durarvi un titolo simile? Per sempre? Esatto!

hqdefault
Secondo Rogar ad esempio, il cattivo è…

Reperibilità/Come cacchio ci gioco

Se avete un 3DO sappiate che non serve modifica: legge le copie di backup. Costo 0.

Se invece volete andare di emulatore…pure!

Se infine avete il 3DO ma ci tenete alla copia fisica, si va dai 20€ del solo cd, ai 50€ dell’usato completo ma mal ridotto. Avete 200€ da spendere? Lo trovate anche sealed!

11
E si ricomincia, stavolta col mago, a Dardi Incantati in da face!

Concludendo

Quasi per certo il videogame che più si avvicina all’idea originale di Gary Gygax su ciò che voleva fosse D&D. Io avrò giocato almeno una trentina di titoli con licenza TSR in vita mia e questo mi risulta il più fedele ed al contempo il più Arcade. Volete la storia? C’è Baldur’s Gate, per tutto il resto godete con lo Sventratore!

tumblr_nt5yg4uN6b1snhn1io1_500
L’avessi vista all’epoca, il N64 avrebbe avuto meno fascino.

CITAZIONE

E’ il momento che facciate davvero qualcosa a proposito di quei mostri sotto il letto!
(Pubblicità storica)

starfox

2 pensieri su “Advanced Dungeons & Dragons: Slayer

  1. Denis

    Mai sentito nominare parecchi anni fa un negoziante me voleva vendere un 3DO,ma io presi il Dreamcast,ho scritto qualche recensione di videogiochi ma non so se sono buone.
    Baldur Gate sarebbe l’antenato di Dragon age?

    Mi piace

    1. Baldur’s Gate e Dragon Age sono entrambi giochi della Bioware quindi sì, si può dire che sono imparentati. A parte ciò le differenze sono mastodontiche ma se vuoi conoscere il presente dai sempre un occhio al passato. (Starfox)

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...