NON E’ LA RAIDEN #14: SPECIALE PREMIER MANAGER 99

Uè Animali! Il vostro caliente e vulcanico Cummenda erutta poderosamente il suo saluto dalle tartarugatissime spiagge esclusive di Koopa Beach, dove ci si chiama Bowser tra amici senza apparenti meriti sportivi. La stagione calcistica si è chiusa in tragedia per l’Avvocato e per la sua squadra dalla divisa a scanlines verticali, sommersa dai gol e dalla panza del Fenomeno Brasileiro Ronaldo.

La vostra zebra me la magno.

Qualche sprovveduto opinionista dell’ultim’ora di certo starà già sventolando il pendolino davanti alla vostra tastiera, millantando le reali origini portoghesi del Ronaldo in questione e la sua completa assenza fisica di massa grassa sostituita con protesi fotogeniche attira-mandrille. Non credetegli: se la Regola Aurea Bit-ellonica del Retrogaming vuole che tutta la produzione meritevole in ambito artistico del mondo videoludico si sia fermata in quel maledettissimo momento tra il ‘99 e il 2000, ebbene la stessa regola vale anche per l’epopea del mondo del Calcio, conclusasi nello stesso anno con la vittoria del Milan guidato da Mister “Zac” Zaccheroni.

FRENGO STOOP!!

Fermiamoci un istante e concediamoci un attimo di libidine inneggiando al Diavolo e al nostro mefistofelico Presidente! MILAAAAN, MILAAAN, SOLO CON TE! (MILAN!)

Dopo questo superspot al sapor di campagna elettorale vogliamo portare alla vostra attenzione una prova inconfutabile di quanto detto finora. Correva il 2004, quarto anno dei Secoli Bui Videoludici: una coppia di amici, registrati negli annali del Mito Retroludico con le enigmatiche e aristocratiche iniziali di L.C. e N. R., vittime dell’afa e della noia di Luglio dovuta all’assenza del Campionato si ritrovarono a inserire nella loro rediviva Playstation un oggetto che, già al tempo, era un vero e proprio monumento all’anacronismo.

Religione.

Sviluppato dalla Gremling Interactive e distribuito dalla italianissima e autoreferenziale Cidiverte, il titolo manageriale si vantava già dalla copertina di annoverare al suo interno “statistiche e squadre aggiornate della Serie A e B”. Incuranti della folle corsa agli aggiornamenti che avvelena il videogiocare moderno, i due iniziarono la loro partita lasciandosi trasportare dall’entusiasmo senza accorgersi che stavano precipitando in una versione squisitamente stupefacente e italiana della ormai diffusissima Football Manager Addiction. Ma, dove molti animali finiscono per isolarsi dal mondo alla ricerca del nuovo fenomeno virtuale cresciuto nel fiorente vivaio delle denutrite giovanili del Ouagadougou FC, questi due eroi trasformarono la loro ossessione in una inarrestabile e inutile corsa verso l’Infinito, arrivando a tagliare traguardi di gioco fantascientifici fino a giungere a suon di Superbotti alle porte del Quarto Millennio.

Superbotto e bamba.

Oggi abbiamo la data definitiva dell’IPERBOTTO 3000: l’8 Luglio nel bosco di FRAZIONE GHELFA 6, ARENA PO (PV) si festeggerà un record da Guinness dei Primati (cioè delle scimmie) con la più lunga partita documentata di sempre di Premier Manager 99!

Sigla!

 

L’INUTILE INFINITO

6 memory card: per non dimenticare!

Come si fa ad arrivare presenti all’appello e preparati per questo traguardo mitologico della missione verso il nulla di Premier Manager 99? Bisogna sapere che, dopo 14 anni di gioco, 4 console fuse, 6 memory card intercambiabili per non perdere un solo salvataggio e ben 5 copie originali di Premier Manager 99 tra le quali si conta il drammatico trapasso del primo storico disco, i nostri due fantomatici fantallenatori L.C. e N. R. stanno ormai giocando da oltre 500 anni una partita sia interminabile che inutile, imprigionata nel nicciano Eterno Ritorno dell’X2. Infatti dall’Annus Horribilis 2480 il gioco è completamente schiavo di un rischiosissimo sistema da Totocalcio che permette di segnare solo alle squadre in trasferta, generando imprese impossibili di giocatori che da soli riescono a sommergere di gol l’impotente squadra di casa di fronte allo sguardo assente dei -37680 spettatori dell’Olimpico di Cesena.

Perché non esserci è il vero esserci.

Ma prima di questa catastrofe il gioco ha regalato alla storia dell’anti-calcio dei veri e propri miracoli sportivi, come i 39 scudetti consecutivi della Reggiana 2440-2479, il referendario Alen Votava che vince la classifica cannonieri a 62 anni davanti ai figli Scot e Guy e l’insperato scudetto della Giuventus del 2501. Che c’è di strano? Era il primo scudetto dopo 480 anni di astinenza per i bianconeri, condannati a due secoli e mezzo di Serie B per scontare decenni di soprusi arbitrali ed evasione fischiale ai danni del Moviolone.

Una scritta degli Ultras della Reggiana dopo il raid aereo americano su Tripoli negli anni ottanta, diceva: “Grazie Reagan, bombardaci Parma”.

Questi sono solo alcuni degli eventi che hanno segnato la linea del tempo dei mille anni di gioco. Riportiamo testualmente dalle parole dei protagonisti i 5 aneddoti più importanti della Leggenda di Premier Manager 99 nella sua corsa verso l’inutile infinito.

1-ANEDOTTO #1: GENTE PER BEENEY

I 386.964 paganti del Renato Curi al Memorial Per Beeney.

Anno 2020, Ronaldo (cinque stelle) si è appena ritirato, al suo posto nell’Inter Milan giunge Per Beeney (tre stelle e mezza). I primi anni le cose non vanno bene per lui, chiuso dall’attaccante Francesco (2 stelle e mezzo, proprio così: non aveva cognome) e spesso a secco di gol. Inter Milan spedisce Per Beeney al Perugia in Serie B per farsi le ossa. Il Perugia giocava con la formazione ad albero con una punta sola, ricordo ancora i centrocampisti Kara Bega e Carl Bergomi. Per Beeney passò alla storia quando in un Perugia-Treviso la partita finì 9 a 0 per il Perugia e tutti i giocatori segnarono un gol meno che lui e il portiere. Tornato all’Inter Milan, vinse tutto.

Leggenda.”

2-ANEDOTTO #2: BRUFOLAZZI, TAPPARELLA GIÙ E NUDISMO

Elio e le Storie a Gamba Tesa.

Finale torneo All-Stars 2051-2052 Bologna-Cesena. Entrambe le squadre erano gestite da noi. Anzichè seguire la partita normalmente, si decide di seguire direttamente la sintesi con i filmati. Si mette male per il Cesena sin da subito, una tripletta di uno storico Patrick O’Neill porta il Bologna sul 3 a 0. Ma la partita viene riaccesa dai grandi campioni del Cesena, Penbe Schjonberg e soprattutto lui, il grande acquisto dall’Helsinki vincitore del Torneo All Stars qualche anno prima: Elio Bergkamp. Prima rete di Penbe Schjonberg in rovesciata. Poi sale in cattedra il maestro con la rete del 2 a 3. E poi a pochi minuti dalla fine ancora Elio. Dribbling secco in area e pallonetto sul portiere per il 3 a 3. Il Cesena vinse in seguito ai rigori. Uno dei giocatori al secondo gol del grande Elio, preso da un entusiasmo irrefrenabile, uscì in giardino per esultare completamente nudo, mentre passava il postino. TRUE STORY

Libidine marsupiale in terra Australe.

 

3-ANEDDOTO #3: IL MESSIA

Stiamo parlando del primo Cesena anni 2020, quel Cesena che si affacciava nel mondo del grande calcio, quel Cesena che Elio Bergkamp 30 anni dopo avrebbe portato sulla vetta d’Europa vincendo il Torneo All Stars nella storica finale con il Bologna vinta ai rigori (vedi ANEDDOTO #2). Ma qui parliamo di un altro Cesena, qui parliamo del Cesena che sfoggiava la coppia di attaccanti George Stubbs (3 stelle), George Stubbs (3 stelle) (George Stubbs tra l’altro fantastico pittore inglese del ‘700).

Quel Cesena acquistò il miglior portiere della storia (2 stelle e mezza) dal PSG.

Dico solo questo: in porta faceva miracoli. A volte veniva schierato in attacco verso fine partita e spesso ribaltava il risultato. Con lui il Cesena vinse il suo primo campionato scalzando il dominio di Inter Milan e Juventus. Quando si ritirò, Premier Manager riportò che aveva “deciso di appendere le scarpe al chiodo”.
Ebbene, signori quel giocatore non aveva cognome, aveva solo un nome, ovvero:

JESUS

Miracoli sportivi.

 

4-ANEDDOTO #5: EGO SUM PAPIN (JEAN-PIERRE)

FLPWGNR, alla Piccinini.

Dopo che JESUS ebbe deciso di appendere le scarpe al chiodo venne istituita ufficialmente la Chiesa di Premier Manager. Si, avete capito bene: per diffondere le parabole di JESUS si istituì un sistema di papato. In questo aneddoto parleremo dunque della lista ufficiale dei papi indicando il periodo di papato (tra parentesi l’età d’elezione) e altre inutilità.

JESUSIl Messia

ELIO BERGKAMP 2045-2053 (32) – Credo non ci sia altro da aggiungere su questo leggendario giocatore, il primo tra i papi. Consigliamo la rilettura degli altri aneddoti. Posso dire solo che niente come Elio Bergkamp incarna l’essenza di Premier Manager 99.

NICK AMOR 2053-2053 (60) – Terzo portiere del Cesena fece zero presenze in carriera ma si riscoprì seconda punta a 59 anni. Giocò una sola partita da papa nella quale fece doppietta, poi si ritirò.

2053-2064Trono vacante

IVAN QUIRONI 2064-2072 (31) – Primo papa non leggendario (Elio Bergkamp e Nick Amor erano praticamente delle divinità). Non si sa bene perché ma il suo nome ha sempre avuto una strana magia.

GIANNI KERNOZENKO 2073-2075 (34) – Centrocampista della Lazio, primo (e unico) papa eletto per elezione comprensiva di imbarazzante fumata bianca.

JURI WATERREUS 2075-2079 (32) – Papa a suon di reti.

IVANO WHEELAN 2079-2090 (27) – Il papa più giovane, mise ordine ed equilibrio (e pochi palloni in porta).

PHILIP WAGNER 2090-2092 (38) – Il nome va pronunciato in meno di un secondo.

WALTER STAM 2092-2097 (48) – Mastino del centrocampo, papa dal pugno di ferro.

AIMO MADEIRA 2097-2103 (54) – Troppa vecchiaia.

LARS DE VITIS 2104-2112 (28) – Divenne papa poichè il nostro allenatore di calcio (vita reale) dopo un colpo di testa in avvitamento urlò UUUUUU DE VITIS!”

Il Segreto dei Gol Mancanti.

 

5-ANEDDOTO #8: NUDESSE OBLIGE – IL TERRIBILE SEGRETO DEI PAPI

Everton: 1 vittoria e zero gol fatti.

Diciamo che ogni papa aveva dei “poteri” e che tali poteri venivano messi in atto attraverso le prestazioni sul campo. I poteri avevano ripercussioni sulla vita reale.
Dico solo che l’inizio di tutto, come già in realtà sapete, fu la famosa doppietta di Elio Bergkamp nella finale Torneo All Stars.
Da quella volta iniziò la scrittura del FOGLIO FUORI NUDO, sul quale erano indicati i poteri di Elio Bergkamp che poi sarebbero diventati i poteri di tutti i papi. Eccoli:

1 rete: mini nudo (toglie i pantaloni)
Doppietta: fuori nudo a scelta (ma da recuperare in futuro)
15 gol in campionato: fuori nudo a scelta (ma da recuperare in futuro)
Tripletta: fuori nudo d’obbligo (istantaneo)
Poker: fuori nudo totale (senza nulla addosso, nemmeno le ciabatte)
5 gol: barbecue istantaneo (purtroppo mai successo)
6 gol: rischio morte (purtroppo mai successo)

Poi valeva anche la già citata regola 5 gol di chiunque fuori nudo d’obbligo e per 6 reti di chiunque doppio nudo d’obbligo, oppure valevano anche scommesse pazze decise all’improvviso e venivano provate le varianti nudo nell’armadio e fuori vestito.

Consultando il foglio fuori nudo ed i relativi supplementi è ufficialmente risaputo, ad esempio, che i fuori nudo da recuperare siano tutt’oggi più di 15 solo relativamente alle reti di Alen Votava e che i fuori nudo eseguiti siano stati più di 20 solo tra Elio Bergkamp ed Ivan Quironi.

Il bilancio crolla e si va a fare compagnia a Lucianone Gaucci in Repubblica Dominicana.

 

COLE SCARSE E TIRI MI-CI-DIA-LI!

Modulo: 4-Per Minotti-PocaFantasia.

Un’anagrafica da Premio Jimmy Bobo come l’incubo dei celiaci Samassi Pane e lo statistico Per Cento. Sequenze di nomi clonati all’infinito come l’onnipresente e pittoresco George Stubbs (da pronunciarsi Gheorghe, alla rap rumen) o il ridondante e vagamente peripatetico Per Minotti. Premier Manager 99 è la religione nichilista del nulla che si trasforma in un ente trascendentale e, come tutte le religioni che si rispettino, ha anche i suoi riti. Il vascone riempito con litrate di cole scarse, etichettate con nomi da far venire l’ipogeusia a Nico il Sommelier tra le quali è bene ricordare la Freeway Cola e la esotica Inka Cola peruviana, bevute a rotazione in sequenze decise da infami tiri di dado con tanto di classifica per decretare la vittoria del peggior colainomane.

“Passami quel mestolo, il vascon devo mescolar!”

Il corrottissimo Torneo del Bosco 3 vs 3 in memoria della scomparsa di N.R. nel 2008, ora sostituito da un sosia dal nome di Blue Jesus e consegnato al paradiso dei divi nonmorti come Paul Mc Cartney. Ma il vero rito catartico e solstiziale che ogni anno si ripete puntualmente è il Tiro Micidiale, dove Blue Jesus tenta da ormai 12 anni di violare invano la porta del suo compare L. C. con pallonate e traiettorie da Serie Tiro a Banana.

Parola del Signore, da un’inervista a Chiamarsi Bomer.

 Ecco uno dei rari casi in cui il nostro rigorista è riuscito a non uccidere i fagiani volanti:

 

SAPPIAM DI FARE SCHIFO MA CONTINUIAM VERSO L’INFINITO

Joao Babb ne sa a tronchi.

 Dunque tra due settimane l’IPERBOTTO 3000 segnerà un momento fondamentale non solo per il Retrograming tutto ma anche per la Filosofia, dove il concetto parmenideo del “niente si crea dal niente e nulla può essere distrutto nel nulla” verrà sconfessato dalla materializzazione di un monumento manageriale del nulla creato nel nulla. La Creatio Ex Nihilo, prerogativa unica di Dio, procederà dal Padre al Figlio Blue Jesus e allo Spirito Santo L. C. completando una Trinità degna del Tridente Elio Bergkamp-Per Beeney-Alen Votava. I Bit-elloni forse saranno presenti a questo evento o forse no, perché in fondo non esserci è il vero esserci. Per tutti gli altri fedeli che l’8 luglio vorranno raggiungere in pellegrinaggio il bosco di Arena Po consigliamo la pagina Facebook Fan di Premier Manager 99, dove troverete altri aneddoti leggendari e rivelazioni sconcertanti come il Segreto dei Gol Mancanti o il Segreto della Pianta sul Frigo. IPERBOTTO 3000: la celebrazione di un momento inesistente, senza senso, però bellissimo.

“See you later!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...