SUPER SMASH T.V.

Sfogare il vostro odio massacrando gente in diretta televisiva.
(di Starfox Mulder)

Nel 1990 gli anni ’80 non erano (palesemente) ancora finiti.

La sentite questa frizzante aria natalizia? Le pubblicità dei pandori, i bancali di alberi finti al supermercato, i topi d’appartamento appesi alle finestre vestiti da babbo natale per non farsi sgamare…non vi viene voglia di ammazzare a bazookate qualcuno? A me sì, mica ho dedicato Dicembre all’Odio per caso! SIGLA

TRAMA
L’anno è il 1999. La televisione si è adattata all’animo sempre più violento degli esseri umani ed ha proposto un programma di inaudita ferocia. Lo so cosa state pensando ma no, il Grande Fratello sarebbe arrivato solo un anno dopo, era il tempo di Smash T.V.

Ti crediamo Arnie

Palesemente (e dichiaratamente) ispirato a The Running Man/L’Implacabile con Arnold Schwarzenegger, il gioco ci mette al comando (noi ed un eventuale secondo giocatore) d’un concorrente ad uno show televisivo in cui lo scopo è arrivare vivi fino a fine arena e massacrare tutti quelli che incontreremo per strada, boss finale compreso. Soooo cute!

“E noi ad Arnold lo menamo…”

GAMEPLAY
Qualcuno si ricorda Robotron 2084, uno dei primi giochi ad adoperare il doppio joystick in versione arcade? Beh, Smash T.V. ne è il diretto erede (entrambi, non a caso, ideati dallo stesso programmatore) ed in questa versione che vado ad analizzare per Snes, la cosa vien ben simulata da croce direzionale per il movimento e tasti (disposti a croce)ABYX per direzionare lo sparo. Come dite? The Binding of Isaac? Non so di cosa state parlando, basta di perdere tempo please!
Dicevamo muoversi ovunque e sparare nelle 8 direzioni, ma a chi? C’è l’imbarazzo della scelta. Nemici armati di mazza, cazzotti, pistole, lanciafiamme, mitra e via via fino a veri e propri tank semoventi e torrette con cannoni. L’arena di gioco è divisa in singoli stage a schermata fissa che, una volta terminati, ci daranno spesso dei percorsi alternativi da seguire a nostro piacimento, in base alla mappa apparsa alla fine del primissimo stage. L’idea è quella di crearci un percorso nostro e raccogliere i vari power up (per lo più armi o comunque strumenti atti a far malissimo) che i nemici rilasceranno.
Siamo comunque qui per la grana, motivo per cui anche i soldi ed i pacchetti regalo andranno prelevati di corsa, prima che scompaiano dal terreno, una volta rilasciati dai nemici morti.
Stage dopo stage eccoci arrivare allo scontro finale con uno dei 3 boss presenti nel gioco. Grosso, incazzatissimo e con più “versioni” da abbattere.

This isn’t even my final form!

GRAFICA E SONORO
Coloratissima e piena di sprites, la grafica è subito di buon impatto e tiene sempre botta, evitando rallentamenti anche nelle fasi più concitate. Sul fronte sonoro siamo invece generalmente ad un ottimo livello, con effetti sonori efficaci e commenti del telecronista che vi faranno desiderare di ammazzare male pure lui. Ci riuscirete?

Voi a rischiare la pelle, lui tra le bionde. Bastardo!

LONGEVITÀ
Tre livelli di difficoltà (con easy potrete però affrontare solo la prima Arena) e 3 arene da superare con altrettanti tignosissimi boss finali. Non una sfida semplice, ve lo garantisco.
Resta comunque il fatto che si tratta di un gioco prettamente Arcade, che come tale difficilmente vi terrà incollati alla tv tante ore di fila, ma per contro presenta una rigiocabilità altissima.
Signora mia, non se ne fanno più di giochi così oggi!

Quando il futuro ci voleva coi baffi!

REPERIBILITÀ/COME CACCHIO CI GIOCO
Completo tra i 30€ e i 50€. Loose una quindicina.
Se lo volete mint sono problemi vostri.

Cruelty here

CONCLUDENDO
A realizzare il gioco, inizialmente, fu quel ganzo di Eugene Jarvis, già noto per classici come Defender o il già citato Robotron 2084, coadiuvato da Mark Turmell. Il tutto venne creato per la Williams, poi passando il testimone alla Acclaim per quanto riguardava la distribuzione domestica. Il “Super” davanti al titolo se lo guadagnarono le versioni Snes, Master System, Game Gear e Megadrive, ma francamente ho preferito la prima per il pad più adatto. Spassoso, caciarone, esaltante in doppio e capace di sfogare la vostra rabbia verso il mondo come pochi altri titoli. Mathieu Kassovitz approverebbe!

Citazione:
Non un gioco da odiare, bensì un gioco con cui odiare! (Starfox)

2 pensieri su “SUPER SMASH T.V.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...