TEMPEST 3000 (Nuon – 2000)

Salve a tutti, carissimi amici Bitellonici. Sono sempre io, il vostro Magnum CD-i.

Dopo un periodo di relativo riposo (come vi ho raccontato lo scorso mese), sono tornato in piena attività, unendo il lato investigativo alla preparazione della Discovery Atari Lynx scritta assieme al collega Starfox. Un vero e proprio tour de force, ve lo posso assicurare. Quando ormai sembrava che la settimana volgesse al termine, mi è arrivato un nuovo messaggio di quella dannata volpe argonautiana (il primo Starfox su Super Nintendo è stato sviluppato da Argonaut Games, non ve lo dimenticate), che mi indicava il tema del mese: “A volte ritornano”. In quel momento, ho avuto un’idea malsana: parlare di un gioco poco noto, realizzato su uno dei sistemi più oscuri di sempre, il Nuon.
nuon2
Immagino la vostra reazione sconcertata; non sono molti a sapere di cosa stiamo parlando. Il progetto Nuon nasce nella seconda metà degli anni novanta all’interno dell’azienda VM Labs, fondata da ex dipendenti Atari.  Lo scopo è creare un sistema ibrido e versatile, che possa essere integrato senza problemi nel nascente mercato dei lettori dvd, permettendo di superare i limiti della tecnologia. Alcune compagnie (Samsung, Toshiba ed RCA) si dimostrano interessate allo sviluppo del sistema e producono alcuni modelli compatibili. Grazie al Nuon, queste macchine (oltre al dvd) possono diventare console da gioco, lettori musicali con effetti grafici di ogni tipo e possono aprire nuove possibilità anche per i contenuti filmici. Purtroppo VM Labs non ha la forza di spingere a sufficienza il progetto, ma di questo parleremo più dettagliatamente in un articolo dedicato.
Nuon_DVD_player_with_game_controller
Tra i principali supporter del Nuon troviamo il britannico Jeff Minter, leggendario programmatore indipendente, autore di classici come Gridrunner, Attack of the Mutant Camels e Defender 2000. A lui si deve lo splendido Tempest 2000 per Atari Jaguar, una versione rinnovata del classico da sala giochi, che rappresenta il fiore all’occhiello della sfortunatissima console americana.
Il buon Jeff crede molto nel progetto Nuon, tanto da realizzare la seconda versione della Virtual Light Machine (la prima è su Atari Jaguar CD); questa permette di ascoltare cd musicali con effetti grafici di ogni tipo, che prevedono anche l’interazione diretta dello spettatore tramite telecomando o joypad. Come se tutto questo non bastasse, il buon Jeff realizza anche una nuova versione del suo gioco di punta, che rimarrà esclusiva per l’oscurissima piattaforma: Tempest 3000.
55459_front
Graficamente il titolo è davvero notevole e mostra le ottime caratteristiche dell’hardware Nuon, con una serie continua di effetti grafici estremamente accattivanti, uniti ad uno stile unico ed astratto, con continue alternanze di colori e sfumature dall’impatto altamente psichedelico, per un’esperienza da trip in acido (sconsiglio lunghe sessioni di gioco). Ovviamente l’impatto è molto particolare e rende il gioco non per tutti, ma non si può negare l’attenzione al dettaglio del buon Minter. Da notare che su alcuni lettori (soprattutto quelli della prima generazione) il gioco soffre di rallentamenti, che a volte rendono più caotica la situazione. Per ovviare al problema, si può comunque ridurre gli effetti del fondale dal menù delle opzioni, per cui l’esperienza risulta comunque intatta.
unnamed
Il comparto audio è semplicemente eccellente e si avvale di effetti e voci campionate di ottima qualità, uniti ad una colonna sonora stratosferica che da sola vale l’acquisto. Chi conosce Jeff Minter sa bene che la cura per la parte sonora è sempre maniacale, e anche in questo caso l’impatto è assolutamente notevole.
tumblr_mikipx1VfP1rkrwaco1_500
Come nei predecessori, anche in Tempest 3000 l’obiettivo è superare una serie di livelli, sparando ai nemici che salgono attraverso strutture tridimensionali nel tentativo di raggiungere il giocatore.
Ogni stage presenta una forma totalmente diversa, che richiede ogni volta un diverso tipo di approccio strategico. Il numero dei nemici che ci attaccheranno è sempre più consistente con l’avanzare dei livelli e stavolta troveremo nuove tipologie di avversari, che ci faranno sudare le proverbiali sette camicie. Ogni volta che distruggeremo un’ondata di avversari, potremo raccogliere  dei potenziamenti, oppure alcune chiavi che ci permetteranno di accedere alla warp zone, in modo da saltare più livelli. Tutto risulta immediato e divertente, ma c’è da dire che questa volta la quantità di elementi su schermo, unita agli effetti grafici incessanti, rende il tutto molto caotico, portandoci spesso a morire prematuramente senza avere idea di cosa ci ha colpito. Sarà quindi molto difficile arrivare alla fine del gioco, che risulta quindi molto più ostico del predecessore.
hqdefault (1)
La longevità è assicurata da oltre 100 livelli da superare, oltre alla difficoltà tutt’altro che affabile; è presente un sistema di password, che ci permetterà di proseguire dopo la nostra eventuale dipartita.
Non manca inoltre una divertente modalità a due giocatori, ideale per gli scontri con amici.
hqdefault
Tempest 3000 non rappresenta, a mio parere, il miglior capitolo della serie, però si rivela una bella esperienza, purtroppo rimasta esclusiva al solo Nuon, che come gli appassionati ben sanno è una macchina quasi introvabile. Se vi capita di vedere in giro un lettore dvd marchiato Samsung o Toshiba con la scritta Nuon, prendetelo senza pensarci due volte. Se poi ha anche il joypad (oggi sono molto rari da trovare) potreste finalmente riscoprire uno dei sistemi più oscuri di sempre.
Capture6
La giornata volge al termine e mi aspetta una lunga notte di appostamenti. Il vostro Magnum vi saluta e vi dà appuntamento al prossimo mese, per un nuovo viaggio nel lato oscuro e sconosciuto del retrogaming.

Alla prossima ragazzi!

Magnum CD-i
Magnum

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...