PC ENGINE CD – FORMATION SOCCER 95 DELLA SERIE A (1995)

Bentornati al Dojo, miei giovani PandaVan!

Vi vedo molto più in forma, bravi! L’allenamento a base di pane, cipolle e pattoni con la mano aperta sta finalmente dando i suoi frutti! Come ricorderete dall’ultima lezione, e se non ricordate andate a leggere immediatamente QUI, il 2022 sarà un anno dedicato alla ricerca della perfezione marziale con lo studio della Scuola Imperiale di Hudson Nec e della sua macchina di punta, il PC Engine.

Questi primi mesi di addestramento hanno riacceso in me la un po’ sopita miccia della scoperta di tutte quelle piccole perle che un nuovo sistema porta inevitabilmente con sé. È un po’ come quando conosci una tipa che ti piace, ti ci metti insieme e sguazzi felice come un cucciolo di Labrador nella storia appena nata.

Con il PC Engine è più o meno la stessa cosa.

Ho provato una trentina di giochi in 5 mesi, finendone 5 e mollando in backlog tutti quelli che so già che mi piacciono o che sono delle bombe, tipo Akumajo Dracula X.

Forse vi sembrerà una scelta folle, ma certe cose sono una garanzia, un terreno sicuro in cui rifugiarsi quando c’è voglia di un gioco sicuramente fico, senza se e senza ma, che è vero che ti lascia con la mascella spalancata a toccare il terreno però lo fa senza sorprenderti troppo.

Nel senso, lo sai che è bello. Ti aspetti il meglio e basta. Al massimo, puoi rimanere deluso se l’aspettativa è più alta delle sensazioni che provi effettivamente mettendo le mani sul pad ma, mediamente, non succede.

Per godersi al meglio la fase di ricerca, bisogna andare a scavare negli anfratti più reconditi della softeca di una console e vedere se c’è qualcosa di “non troppo mainstream” che valga la pena scoprire. Qualcosa che, per un motivo o per l’altro, uno deve giocare per forza.

Per scovare un po’ di perle, sono partito dal Primo Assioma di Hudson Nec che recita: “Qui sappiamo fare bene due cose: le trenette al pesto e gli shoot’em up.”

Questo è tipo il 10% degli spara spara usciti.

Ora, non ho mai mangiato le trenette nella loro mensa ma sul secondo punto non ci piove: se vuoi degli shmupponi della Madonna, è la console giusta. Se non ci credete andate su Youcoso e cercate “pc engine shooters”. Vi usciranno un numero abominevole di video pieni di compilation, longplay e tutto il bélin che t’annega.

Dato che gli spara-spara sono in piena comfort zone, ho deciso di andare a cercare tutt’altro, scovando due perle che non conoscevo mica da ridere. Una è Linda³.

Se vi sembra strano giocateci. Sarà pure peggio.

Questo titolo, uscito anche per Saturn e Playstation, è un RPG con una trama malata, cutscenes iperviolente ed un sacco di Babbi Natale che, nella sua incarnazione originale, non è mai stato tradotto, nemmeno amatorialmente.

L’unico problema è che non conosco il dialetto giapponese di Imperia e quindi, finché non ci sarà un’anima pia pronta a sbattersi per portarlo almeno in inglese, di recensirlo non se ne parla.

Il secondo è un gioco di calcio.

No discepoli, non quello che vi do quotidianamente io alla base della rotula per condizionarvi le ossa e migliorarvi i riflessi. Parlo proprio del gioco del pallone. Avete presente quello sport nel quale 22 tizi in pantaloncini inseguono un Tango che prima o poi dovranno cacciare in porta?

Ecco, quello. Credo sia arrivato il momento di svelarvi uno dei miei “Guilty Pleasures” videoludici.

Io amo i giochi di calcio. Da Euro League della Tecmo (di cui ho pure la scheda Jamma) fino a Fifa 98, Football Champ, Sensible Soccer, Super Sidekicks e tanti altri, ho passato davvero un sacco di tempo a disintegrare letteralmente pad e joystick su questo genere. Era naturale che approdato in casa Nec, avrei cercato qualcosa del genere da giocare ma mai mi sarei aspettato di trovare una perla come Formation Soccer 95 della Serie A.

L’ho scoperto assolutamente per caso.  Stavo sfogliando una delle duemila liste di titoli disponibili in giro per la rete e non appena ho letto il titolo mi sono detto: “Ma vuoi vedere che…”. Un minuto dopo stavo guardando il video di introduzione del gioco.

Durante la visione, Il mio personale cringiometro è esploso in un tripudio di Oh Bélin mai toccato per un titolo di sport. Avevo per le mani un gioco della Human, su licenza ufficiale della Associazione Italiana Calciatori, con tutta la parte parlata in un italiano con un FORTISSIMO accento giapponese.

Non potevo non provarlo in prima persona.

Per farla breve, ne ho recuperato una copia e ci ho giocato come se non ci fosse un domani.

LA STORIA

Ma che minchia di storia può avere un gioco di calcio? Miscredenti, questo ce l’ha eccome!

Siete un inventore tifoso del Genoa, famosa squadra del Kanto, ed avete appena creato una macchina del tempo con la quale potrete cambiare ad una ad una tutte le storture del mondo. La prima cosa che vi viene in mente, ovviamente, non è andare ad assassinare Hitler o evitare la morte di personaggi illustri come Ghandi o Martin Luther King. Quello lo farebbero tutti.

Decidete di tornare indietro alla stagione calcistica ’94-’95 per rimediare alla tragedia di quel campionato che tanto ha segnato l’inizio della vostra adolescenza, fatta di prese per il culo da parte di tutti i vostri compagni di classe Sampdoriani: la drammatica retrocessione in Serie B ad opera del Padova.

Appena arrivati nel passato, riuscite a farvi assumere come allenatore dei rossoblu per cambiare le sorti dell’umana stirpe.

IL GAMEPLAY

Formation Soccer ’95 della Serie A è il classico gioco di calcio con vista dall’alto. Il sistema di controlli è palesemente Arcade, con un tasto per il tiro ed uno per i passaggi, che tutto sommato si lascia bere bene, anche se all’inizio può sembrare un po’ ostico. Una volta premuto il tasto Run, avremo la possibilità di disputare una partita amichevole o allenarci con quella subdola, fulgida, cinica, lotteria dei rigori.

Per chi non lo sapesse, questa era la sigla della stagione ’94-’95 di Mai dire Gol.

In alternativa, potremo giocare la modalità campionato nella quale, scelta una delle squadre che componevano il roster dell’epoca, dovremo vincere la competizione. Fine.

IL SONORO

Solitamente non descrivo mai il sonoro ma per questo titolo devo fare un’eccezione grossa come una casa. Della musica non ce ne frega una ceppa, qui quello che importa è il voice over.

Tutte le frasi del gioco sono parlate in Italiano dallo stesso tizio dell’intro. A parte l’accento non c’è nulla di troppo strano: calcio d’inizio, calcio d’angolo, intervallo. Insomma, le solite cose.

La vera soddisfazione però la si ha quando si butta la palla fuori, in Goal Kick. Il commentatore vi farà capire quanto non siate capaci a giocare dicendo niente meno che “Tiro di merda!“. Non ci credete?

Andate al minuto 3:47 del video qui sotto.

Ora, io non so chi sia stato il consulente linguistico della Human per questo gioco ma voglio comunque dirgli una cosa.

Grazie, grazie davvero. Hai reso questo gioco memorabile e meriteresti una statua nel centro di Sapporo ad imperitura memoria del tuo lavoro.

CONCLUSIONI

Formation Soccer della Serie A è un gioco di calcio davvero carino, con un buon ritmo che, se siete amanti dei giochi di calcio in generale, merita sicuramente di stare in collezione, visto anche quanto è facile da reperire e quanto poco costa, tipo una pizza e una birra. Del discount.

Come detto prima si lascia giocare molto bene ed è un ottimo inframezzo fra un gioco più impegnativo e l’altro. Io lo uso quando le bestemmie sugli shooter diventano insopportabili. Prendo il CD, faccio una partita di campionato, la perdo e spengo tutto, imprecando ancora più forte.

Anche questa volta potete alzarvi, prendere questi insegnamenti, farne tesoro ed andare a menare dei belini da un’altra parte!

A presto, miei discepoli!


Una risposta a "PC ENGINE CD – FORMATION SOCCER 95 DELLA SERIE A (1995)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...